Torneo "Bianca&Roberto" - Edizione 2006

Grande rugby a San Giovanni in occasione della 6a edizione del torneo “Bianca e Roberto”, da quest’anno il prestigioso appuntamento sportivo ha assunto con pieno merito la qualifica di “Nazionale” entrando di diritto nel calendario ufficiale redatto dalla Federazione Italiana Rugby. Un giusto riconoscimento alla società di Ivrea che, fin dal 1968, si prodiga alla divulgazione ed alla diffusione tra i giovani e nelle scuole di questa affascinante disciplina. Ma non c’è stato solo il rugby giocato ed a questo proposito doveroso citare l’appuntamento in “Sala Santa Marta” ad Ivrea con il Dibattito-Convegno sul tema: “L’educazione sportiva dei giovani: temi rilevanti per la preparazione atletica, l’alimentazione ed il comportamento, testimonianze sul Rugby”. Importanti e di rilievo gli interventi di Paolo Ghiggio, Primario di Ortopedia dell’ASL 9, Laura Rocchietta, Psicologo Infantile, Mauro Salizzoni, Membro della Commissione Doping del CONI, Andrea Falla, Responsabile della Preparazione Atletica del Comitato FIR Piemonte e Mauro Tombolato Educatore di Rugby nelle Scuole e Psicologo, presenti e coordinatori dei lavori Laura Barberis, Assessore allo Sport del Comune d’Ivrea, e Franco Rosso, Presidente dell’Ivrea Rugby Club. Poi occhi puntati sul campo dove nel pomeriggio di sabato, da un torneo nato quasi per caso, ne è scaturita una manifestazione di grande valore tecnico con quattro squadre senior femminili e tre Under 15 che hanno dato vita ad intense e spettacolari partite smentendo tutti coloro che del rugby in gonnella sorridono. Il clou della manifestazione il Torneo Nazionale “Bianca e Roberto” alla sua sesta edizione: “Devo dire che le valutazioni dell’intera giornata – commenta Franco Rosso presidente dell’Ivrea Rugby Club – sono estremamente positive, è stato un grande momento di aggregazione per centinaia di ragazzi che giocano a rugby,
ragazzi che hanno saputo interpretare al meglio il loro ruolo. Come Ivrea Rugby Club siamo soddisfatti del lavoro svolto, certo possiamo e dobbiamo ancora migliorare, siamo una società sana con tanta voglia di fare e questa manifestazione può ancora crescere, il nostro obiettivo rimane come sempre la divulgazione di questa spettacolare disciplina sportiva, chissà che un domani al “Bianca e Roberto” non possano esserci anche squadre straniere. Permettetemi un ringraziamento alle famiglie di Bianca e Roberto, all’Associazione Aranceri Mercenari, agli sponsor ed a tutti coloro che hanno concretamente aiutato a crescere questa iniziativa, un particolare grazie a Laura Barberis, Assessore allo Sport del Comune di Ivrea, che concretamente ha sostenuto questo importante torneo ed è stata con noi durante la tradizionale cerimonia di premiazioni”. A cornice il “Rugbybeer 2006”, tre giorni di festa con musica, grigliate e naturalmente ottima birra alla spina, serate che hanno richiamato, nell’accogliente padiglione al campo sportivo “Diego Santi”, tanti amici e simpatizzanti.

Risultati

Sport e divertimento gli ingredienti dell’indimenticabile giornata vissuta al campo sportivo “Diego Santi” di San Giovanni in occasione della 6° edizione del Torneo Nazionale di rugby “Bianca e Roberto”.
Oltre 500 giovani atleti, in rappresentanza delle società Iride Cologno Rugby, Chicken CUS Milano, Biella Rugby, S.S. Monti Rovigo, Union Rugby Milano, Delta Rugby Imperia, DLF Alessandria, Rugby San Mauro, I.C. Castiglione Rugby, Settimo Rugby, Rugby Parabiago, CUS Torino, Valle d’Aosta Rugby ed Ivrea Rugby Club, hanno dato vita ad incontri di assoluto valore tecnico. In campo le categorie Under 9 (‘97/’98), Under 11 (‘95/’96) ed Under 13 (‘93/’94), al termine della fase eliminatoria disputata in mattinata, incontri disputati anche sul campo sportivo di San Bernardo, nel pomeriggio le semifinali e finali che hanno decretato il CUS Torino squadra regina tra gli Under 9 seguita dal Chicken CUS Milano, buon terzo posto ottenuto dalla formazione mista Ivrea e Biella. Ancora una squadra lombarda sugli scudi con l’Union Rugby Milano primo tra gli Under 11, piazzamento d’onore per il Valle d’Aosta Rugby, quindi il Biella Rugby ed il CUS Torino, le rimanenti compagini hanno terminato tutte a parimerito. Union Milano Rugby che si ripete meritamente tra gli Under 13 vincendo la finale contro il S.S. Monti Rovigo, terzo il Settimo Rugby, quarto l’Iride Cologno Rugby, anche in questa categoria decretato il parimerito per le altre squadre. Come miglior promessa del rugby di casa è risultato Emanuele D’Angelo che ha ricevuto il premio dalle mani di Bruno Bianco in rappresentanza della squadra Old, un passaggio di consegne emblematico tra presente e passato. Un passo indietro per segnalare il grande successo ottenuto dal torneo femminile, riconosciuto ufficialmente, di sabato pomeriggio.
Nella categoria Under 15 primo posto per il Settimo, alle sue spalle il Valledora poi il Biella, da segnalare che nelle file del Settimo hanno militato le ragazze di casa Rebecca Candellieri, Federica Fabrello e Darcy Mac Ewan, tra le senior successo scontato per il Biella, quindi Valledora, Aosta e CUS Milano.

SQ PARTECIPANTI

Ivrea Rugby CLub
Pedona – Cuneo
Biella
Gaglianico
E.S. 25 aprile ANDORNO
S.Mauro-Castiglione
Amatori Genova
Settimo
Aosta
Scuola media Lessolo
Scuola media Borgofranco
Scuola media Piverone
Pianeta Giovani

VINCITORI

Under 13
Union Milano Rugby

Under 11
Union Milano Rugby

Under 09
CUS Torino Rugby

Senior F
Biella Rugby

Under 15 F
Settimo Rugby